Sempre carichi (di birra), smaltita la sbronza del sabato sera, siamo giunti all’ultima giornata della Superlega. L’ultimo ostacolo prima dei Play Off ci ha riservato un paio di sorprese niente male

L'ultima giornata di Superlega verrà ricordata per la sfilata di Star Wars al PalaEvangelisti.Al PalaEvangelisti, prima dell’inizio della partita, è successo di tutto. Mentre alle urne il Movimento 5 “Stelle” raccoglieva sempre più consensi, alcuni inquietanti figuri di “Star Wars hanno preso il sopravvento sul teraflex. Si trattava chiaramente di una trovata pubblicitaria sostenuta dalla Sir Safety Perugia, ma l’alto tasso di cafonaggine è innegabile. Fonti vicine alla società riportano una dichiarazione in esclusiva di Alek Atanasijevic: “Per me è invasione, voglio il video check”. Una sfilata di maschere in ritardo sul Carnevale, forse effetto dei fumi dell’alcool non ancora smaltiti del sabato sera, che lascia interdetti pubblico e addetti ai lavori. Ma non c’è tempo di rimanere perplessi di fronte a questa bellezza, perché…

Sempre nel palazzetto di Perugia si è consumato un evento fuori dal comune. Al buon Lucianone De Cecco hanno fischiato una doppia in palleggio. Un evento mistico, qualcosa che trascende l’impensabile: ancora non riusciamo a credere a quanto abbiamo visto. Cari palleggiatori delle categorie più scandalose: la prossima volta che fischieranno qualcosa a voi, non potrete più lamentarvi. Cercate di palleggiare in modo quantomeno decente e pregate che, dall’alto del seggiolone, l’arbitro chiuda un occhio. O forse anche entrambi. Se le fischiano anche a De Cecco, per noi mortali non c’è Sperawnza.

Il titolo di miglior realizzatore del campionato va a… Dusan Petkovic. L’opposto serbo, in forza quest’anno a Sora, anche grazie ai 19 punti (e MVP dell’incontro) dell’ultima giornata, giocata contro Vibo Valentia, ha toccato quota 509 punti a referto, risultando essere il pallavolista più incisivo. Questi numeri, però, non sono bastati per permettere alla sua squadra di navigare in acque tranquille: si trovano infatti al penultimo posto in classifica e dovranno lottare nei Play Out per non retrocedere.

Ma l’idolo dell’ultima giornata giornata è sicuramente lui: Stefano Mengozzi. Appena sfatato il mito secondo cui sono i centrali quelli che non sanno palleggiare in modo pulito, il ravennate in forza a Verona vuole zittire tutti: i centrali non sanno fare neanche un bagher. Due braccia che trasudano spigoli da ogni poro cutaneo, una compostezza che farebbe impallidire pure Quasimido (quello del Gobbo di Notre Dame, per intenderci), una precisione di un’anatra zoppa: ingredienti perfetti per un gesto tecnico da paura. Per sua fortuna, Stern non si lascia distrarre da un tale capolavoro e riesce a mettere giù quel pallone, e tanti saluti alla figuraccia in diretta tv.

Ed ora, terminata la Regular Season, ci apprestiamo a tuffarci in questi avvincenti Play Off che consegneranno anche quest’anno il tricolore. Chi trionferà, al termine di un campionato che si appresta a vivere la sua fase clou?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.