Azzurre vittoriose nell'esordio del Mondiale contro la BulgariaDopo un incoraggiante inizio di Mondiale, con la vittoria nel match di apertura di questa mattina ai danni della Bulgaria per 3-0, le ragazze del c.t. Davide Mazzanti scenderanno in campo domani mattina, domenica 30 settembre, sempre a Sapporo, nuovamente alle 6:40 contro il Canada. I mattinieri appassionati italiani, che hanno vinto le insidie del sonno, hanno potuto apprezzare una formazione pimpante che ha espresso un gioco divertente e aggressivo. Rispettate le previsioni della viglia: l’Italia è scesa in campo con Egonu opposta alla regista Malinov (un derby per lei, viste le origini bulgare), con Sylla e Lucia Bosetti in banda, le centrali Chirichella (capitana) e Danesi e il collaudatissimo libero Moki De Gennaro. Partita dal risultato mai in discussione, che ha mostrato come le Azzurre si conoscano già bene (esempio lampante ne è il gran primo tempo alzato in bagher dalla stessa De Gennaro per Danesi…), anche se in alcuni momenti del secondo e terzo set si sono registrati alcuni errori e punti regalati a causa della disattenzione, dettata presumibilmente da un calo di concentrazione. La soddisfazione dell’allenatore e delle protagoniste, però, deve essere subito accantonata per preparare al meglio l’appuntamento di domani.

I prossimi avversari del Canada rappresentano un’altra formazione che, sulla carta, non dovrebbe farci correre grossi pericoli: l’obbiettivo è sempre la vittoria per 3-0. Stamattina la squadra guidata da Marcello Abbondanza (ex allenatore di Fenerbahce e Pomì Casalmaggiore) è stata sconfitta con un netto 3-0 dalla Turchia di Giovanni Guidetti: ha mostrato tutti i suoi limiti di squadra in crescita, in lotta per il quarto posto nella Pool B. Sono guidate in regia dalla Cyr (che per alcuni mesi ha militato anch’ella a Casalmaggiore); la giocatrice di punta è l’opposta Van Ryk, militante nel campionato universitario locale. Anche le altre giocatrici non possono contare su una grande esperienza internazionale. Questa per loro è una vetrina importante: possono infatti mettere in mostra le loro qualità senza l’angoscia della ricerca obbligatoria del risultato. D’altronde, la storia del nostro sport ci ricorda come questa Nazione, al femminile, non abbia mai raccolto risultati di spicco. Sono soltanto 3 le apparizioni ad un’Olimpiade, tutte avvenute nel secolo scorso, e solo 8 ad un Mondiale (sempre accompagnate da eliminazioni precoci). Da segnalare il terzo posto in Coppa Panamericana ottenuto nello scorso luglio, in una manifestazione a cui comunque i top team (Brasile e Usa) non partecipano col loro completo potenziale.

Ci attende, quindi, un’altra partita decisamente alla portata delle nostre ragazze ma da non sottovalutare in alcun modo. Servirà una prestazione di spessore per non incorrere, come oggi, in errori dati da leggerezza e cali di concentrazione per continuare spediti questo Mondiale e per preparare al meglio le sfide alla Turchia e alla temibile Cina. Forza Azzurre!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.