Si è appena conclusa un’intensa due-giorni di grande pallavolo europea che, per le nostre italiane impegnate nella manifestazione, ha fornito un bilancio non del tutto positivo. La nostra volontà era di accompagnare i nostri atleti con una poco intelligente diretta Twitter, per dimostrare a modo nostro la vicinanza di Pallavolisti Brutti al Tricolore del volley. Mercoledì, per problemi tecnici, non ci siamo riusciti: infatti entrambe le squadre impegnate hanno perso. Ieri abbiamo sistemato tutto e, con la nostra carica, abbiamo spinto l’Azimut Modena alla vittoria. Vediamo come sono andate le partite…

Liu-Jo Nordmeccanica Modena 3-0 Dinamo Mosca

L’unico match di femminile che vede un’italiana in campo (Conegliano-organizzatrice-è già qualificata per le Final4 di Treviso), valevole per i quarti di finale, presenta una supersfida tra le padroni di casa e le cam17425907_578776272325745_6154434234623882889_npionesse della Dinamo Mosca. Sulla carta, era una partita proibitiva. Sul campo, si è dimostrata proprio impossibile. Il primo set è rimasto equilibrato e, scavallati i 20 punti, le modenesi hanno dato l’impressione di poter prendersi il set: in vantaggio di +2, però, si sono fatte incredibilmente rimontare, complice un grandissimo servizio delle ospiti, chiudendo sul 22-25 il set. Il match, in sostanza, è terminato lì. Due parziali fotocopia (13-25, 13-25) hanno messo in luce tutta la forza delle russe e (forse) anche l’eccessiva arrendevolezza delle italiane; il divario tecnico è parso incolmabile ma, visto il primo set, era lecito aspettarsi una partita col coltello tra i denti, dando il tutto per tutto in campo. Per il ritorno sembra quasi una formalità: le ragazze di Gaspari dovrebbero conquistare una vittoria per 0-3 o 1-3 e poi vincere il Golden Set. Ma noi ci crediamo!

LUBE Civitanova 2-3 Belchatow

La pallavolo maschile, invece, ha vissuto il ritorno degli ottavi. È una sconfitta indolore quella che subiscono i ragazzi del Chicco nazionale. Dopo l’1-3 dell’andata, ai marchigiani bastavano due set per accedere ai quarti di finale. Il primo parziale è sempre in salita, con la formazione detentrice della Coppa Italia che vede costantemente scappare gli ospiti. I poldichiarazioni(2)(1)acchi si trovano sempre in vantaggio ma, sul 19-23, si vedono rimontati da una grande Lube che passa ai vantaggi (26-24) con un Juantorena e un Sokolov che viaggiano su percentuali da paura. Con una ricezione che migliora e un attacco che funziona a meraviglia, il secondo set che vale la qualificazione è quasi una formalità: 25-16. A questo punto la partita vale solo per la cronaca: da una parte e dall’altra, dentro le riserve. Entra quindi Albertone Casadei, che Sokolov scansati proprio che adesso ci penso io. Ma, nonostante un suo ace nel momento topico del set, i cucinieri non sfruttano alcune match-ball e perdono il parziale 26-28. Nel quarto set i polacchi, con un servizio molto doloroso, macinano punti fino al 14-25. Il tie-break è sempre nelle mani del Belchatow e i padroni di casa non ce la fanno a ribaltare la sitauzione: termina 13-15, con conseguente sconfitta che non pesa.

Azimut Modena 3-1 Asseco Resovia

Anche i Campioni d’Italia sono partiti con il favore della vittoria dell’andata: i canarini, però, 17436200_1091143810989500_7379472944254559277_oforti di un 2-3, erano obbligati a vincere la partita di ieri oppure a subire una sconfitta al tie break e poi vincere il Golden Set. Gli uomini di Tubertini si presentano in campo con meno certezze al palleggio di quelle che ho io quando devo ripetere tutto l’alfabeto a memoria. Il primo set scorre nelle mani dei Gialli che lo amministrano fino alle battute finali, quando subiscono il ritorno dei polacchi. Un gran punto di Ngapeth da posto 2 e un suo ace chiudono la pratica 25-23. Nel secondo set i locali amministrano bene il gioco ma, come nel parziale precedente, vengono incredibilmente rimontati e subiscono il pesante 20-25. Tutto da rifare. Nel terzo set i ragazzi di Resovia spaventano il Palapanini, portandosi anche a +5. Ma è una partita assurda e, trascinati da un Ngapeth (fresco di rinnovo contrattuale) illegale la truppa di Tubertini ribalta tutto per il 25-23 che vale il 2-1. Adesso i modenesi hanno a disposizione 3 set (compreso l’eventuale Golden Set) per acchiappare la qualificazione. La sofferenza però non è finita: il quarto parziale infatti è combattutissimo ma i padroni di casa riescono a spuntarla sempre per 25-23: 3-1 e tutti a casa. Ai quarti, ancora una volta, Lube-Modena: chi vince, va a Roma contro la Sir per le semifinali. La certezza di un’italiana in finale, la certezza di 2 italiane eliminate anzitempo.

Foto di LiuJo Nordmeccanica Modena, Lube Volley e Lega Pallavolo Serie A

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.