11012644_482230951925992_4058753266366252094_n

La storia di Luciano De Cecco è un film. Meravigliosa. Un ragazzo che si è fatto le ossa nella pallavolo. Non prima di vivere diverse fasi.
Solo così si può spiegare come un giocatore, con meno di 18 anni, sia diventato inizialmente professionista di due diversi sport: il basket e la pallavolo. Luciano De Cecco, di Santa Fe (Argentina), ha 27 anni e da 11 è al servizio delle nazionali argentine, sin dalle categorie giovanili.
Nella sua casa argentina, per tradizione di famiglia, ha abbracciato il basket con il padre, allenatore e appassionato. Così Luciano mostrò una capacità unica con le mani, che gli ha permesso di diventare un talento. Alla fine del 2002 è diventato giocatore del Ben Hur Rafaela e cominciò la sua carriera nascente. Il Gimnasia y Esgrima  e soprattutto il suo insegnante, Pons Ariel, volevano che giocasse a pallavolo, per sviluppare le sue virtù.
Tuttavia, le temibili inondazioni, che viveva Santa Fe nel 2003, hanno cambiato la sua vita. Da allora, la pallavolo lo ha catturato nuovamente per trasformarlo nel giocatore che è oggi: LuMarCiano, come lo chiamano gli amici argentini.
Nel 2003 ha fatto parte di un piano del brillante Club Ciudad Bolivar, in Argentina. Da allora ha fatto parte di serie minori; poi passò nelle selezioni di base in Argentina, con Fabian Muraco come allenatore.
Nel 2005, mente gioca come “guardia” per una squadra di basket, sebbene panchinaro, Luciano cambia radicalmente il suo futuro: milita in una squadra di pallavolo che ha quasi ottenuto la Coppa del Mondo in Algeria,  nella categoria “Giovani”. Proprio in quel momento ha vinto il titolo con una squadra della Liga Nacional, la Azul Vóley. E, l’anno successivo, quasi senza sognarlo, quasi  casualmente, entra a far parte della Nazionale Argentina nella Coppa del Mondo, con 7 vittorie e 5 sconfitte.
 11152693_893036097409957_8577583906227909645_n
 Tutto veloce:  da un Mondiale “Giovani” ad uno “Adulti”. E come scordarsi nel 2006 quella indimenticabile Coppa del Mondo con la squadra di Jon Uriarte, l’allenatore che gli ha dato la posizione di palleggiatore? Alla fine dell’anno, De Cecco è stato il pezzo forte ai Campionati del Mondo in Giappone, però con scarsi risultati per l’Argentina: ha giocato con Marcos Milinkovic, icona argentina degli ultimi 20 anni.
Come se non bastasse, nel 2007, De Cecco ha giocato, nuovamente la Coppa del Mondo dei Giovani in Marocco, con giocatori come Rodrigo Quiroga, Federico Facundo Pereyra e Santucci. L’Argentina si è classificata al quinto posto con un sistema di gioco controverso nel torneo, ma con un andamento crescente, mettendo in campo una grande squadra di pallavolo.
Ha giocato nel Bolivar, nel Belgrano de Córdoba, si è affermato come giocatore nella Nazionale, che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo. Acqua Paradiso Gabeca Montichiari, la squadra di A1 italiana, si interessò subito a Luciano, nel 2007, ma il suo talento iniziò a crescere sempre più quando giocò le finali in Argentina; ha litigato con la Dinamo Yantar in Russia e con Andreli America in Serie A2 italiana; ha vinto la Coppa Italia in questa categoria, giocando a Monza e fiorendo nella Copra Elior Piacenza, dove ha vinto la Challenge Cup 2012/2013. Nel stagione attuale è in forza alla Sir Safety Perugia.
In aggiunta, si è classificato nel 2011 nella Top 5 dei giocatori di pallavolo più forti del paese. Nel 2012 Luciano ha realizzato il suo sogno: giocare alle Olimpiadi. Ma a Rio 2016 lo aspetta la sua sfida più grande. Le sue imprese non gli sono servite per ottenere medaglie d’oro a livello internazionale, per ora. Probabilmente, però, lo hanno incluso nel podio dei giocatori di pallavolo più forti del mondo. (Vedere per credere: http://youtu.be/B0-Wjsg0Hj0)
Talento, precisione, velocità, intelligenza. Questo è De Cecco.
Al di là dell’immenso giocatore quale è, noi vogliamo rovinargli la fama giocando sul suo cognome. Data la corporatura robusta, si pensa che nel tempo libero faccia l’assaggiatore di qualità di pasta dell’omonima marca. Sentitevi liberi di lapidarci.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.