La Del Monte Coppa Italia, il primo trofeo della pallavolo nostrana di questo 2018, sta entrando nel vivo. Domani, al PalaFlorio di Bari, si accenderanno le luci per la prestigiosa competizione che, l’anno scorso, ha visto trionfare la Cucine Lube Civitanova. Uno spettacolo di volley, che vedrà fronteggiarsi quelle che probabilmente sono le 4 migliori squadre del nostro campionato: sabato 27, nelle semifinali, si incroceranno alle 15:30 i detentori della coppa con l’Azimut Modena, mentre per le ore 18:00 è prevista l’altra sfida, che vedrà in campo la Diatec Trentino e la Sir Safety Conad Perugia. Come si presentano le squadre a questa manifestazione?

Cucine Lube Civitanova É difficile trovare all’interno di queste 4 formazioni la vera favorita, essendo che tutti i team giungono nel capoluogo pugliese con roster di livello internazionale, ma forse gli uomini di Medei potrebbero essere considerati tali da qualcuno per due motivi: sono i detentori del trofeo e hanno mantenuto pressoché invariata la rosa e al momento sembrano la squadra più in difficoltà, quindi non hanno niente da La Lube Civitanova, trionfatori dell'ultima edizione della Coppa Italiaperdere. Rispetto all’anno scorso l’innesto di Taylor Sander permette di far rifiatare Kovar nei momenti di minore lucidità, sacrificando però anche Stankovic (per la regola dei 3 italiani contemporaneamente in campo). Una mossa provata molte volte, questa, ma non sembra essere del tutto efficace (specialmente perché rinunciare al capitano è un deficit non da poco). La squadra campione d’Italia ha subìto una battuta d’arresto significativa, domenica scorsa, contro Modena Volley; pur privi di Ngapeth e Sabbi, i canarini hanno messo a nudo le difficoltà dei cucinieri: semplice battuta d’arresto o piccola crisi? Le precedenti (e convincenti) vittorie contro Trento e Fenerbache fan pensare ad una débâcle isolata, la Coppa Italia sarà l’appuntamento giusto per confermare questa tesi?

Azimut Modena Un avversario tostissimo. É ciò che si troverà di fronte la Lube, senza il minimo dubbio. Sembra lontana anni luce la burrasca tra Ngapeth e coach Stoytchev; passata la tempesta, la ciurma gialla ha ricominciato a remare insieme, uniti nella stessa direzione: la vittoria di squadra dell’Eurosuole Forum è un segnale forte per tutti. Con tante defezioni, tra giocatori infortunati e non al meglio, l’allenatore bulgaro si presenta a Bari con Ngapeth, Sabbi e Argenta non nella forma migliore. Il ritorno di Bruninho dal Brasile, quest’anno,I ragazzi di Modena Volley, che affronteranno la Lube nella prima semifinale ha riacceso i sogni di gloria dei palati fini del Palapanini: la classe del palleggiatore ha ridato nuova linfa ai canarini, che sembra abbiano imparato a gestire bene ogni momento della partita. In campionato viaggiano in terza posizione, proprio alle spalle dei loro prossimi rivali in Coppa Italia: in attesa di un eventuale sorpasso, sono pronti a dare la spallata decisiva per assicurarsi la finale di questa manifestazione. Un Urnaut in stato di grazia, la rivelazione Argenta, il solito e grantitico Holt nelle ultime uscite hanno dato spettacolo: con queste premesse, di certo se la giocheranno ad armi pari.

Diatec Trentino Potrebbero essere la sorpresa della manifestazione. I Trentini sbarcano a Bari consapevoli di non essere i più quotati, ma certi di poter ribaltare i favori del pronostico. Dopo un’inizio di stagione thriller, con alti e bassi, Lorenzetti sembra aver trovato i giusti equilibri per la sua squadra. La costanza di rendimento negli ultimi match (sconfitta casalinga con la Lube Civitanova a parte) pare essere un segnale incoraggiante per la truppa di capitan Pippo Lanza. L’anno scorso, a Bologna, non sono riusciti a sconfiggere la squadra di Chicco Blengini in una finale giocata quasi ad armi impari: troppa differenza, palesata poi anche nelle finali scudetto, che ha portato alla sconfitta per 3-1. Ma prima di pensare a domenica, La Trentino Volley vuole essere la sorpresa di questa Coppa Italial’allenatore di Fano deve pensare a come disinnescare una bomba ad orologeria: la Sir Safety Conad Perugia. Sulla carta, non c’è scampo: troppo esplosivo contenuto dentro le micce degli umbri. Ma il campo può raccontare una storia totalmente diversa, perché anche Trento ha dalla sua diverse cartucce da giocarsi. La regia del solito Giannelli, con Uros Kovacevic definitivamente ritrovato e un reparto di centrali solido, potrebbe ribaltare le previsioni della viglia. I tifosi si augurano di rivedere un Luca Vettori sui livelli dello scudetto di Modena, ma l’opposto azzurro non sembra ancora aver trovato il bandolo della matassa. Forse la Coppa Italia sarà l’occasione giusto per emergere dal torpore.

Sir Safety Conad Perugia Semplicemente, devastanti. Forti in attacco, ricchi di tante soluzioni offensive, impenetrabili in difesa, anche grazie al rinforzo della seconda linea con il libero dell’Italia Massimo Colaci. Dopo anni di grandi aspettative ed enormi delusioni, sembrano essere la squadra da battere: la loro marcia in campionato procede spedita verso il primo posto in regular season. Manca soltanto l’ultimo step: la vittoria. É vero, qualcuno potrebbe obiettare che la prima vera risposta è già stata data con la conquista della Supercoppa. Ma il vero banco di prova sarà domani. Perché se è vero che la La Sir Safety Perugia è la squadra favorita per la Coppa Italia 2018formazione di Bernardi è stata sconfitta soltanto 2 volte in questa stagione, è altrettanto vero che queste due battute d’arresto sono arrivate contro la Lube e Modena, entrambe per 3-0: la consapevolezza nei propri mezzi passa inevitabilmente anche attraverso la vittoria contro i migliori e quando hai campioni del calibro di Atanasijevic, Zaytsev, Podraskanin e Russel è chiaro che ogni sconfitta brucia un po’ di più. Riuscirà la regia del solito De Cecco a far compiere ai suoi l’ultimo passo? Un trionfo nella Coppa Italia spazzerebbe in un sol colpo tutti i fantasmi di tie break e finali perse. L’anno scorso non presero parte alle final-4, eliminati da Piacenza in casa: la voglia di rivalsa è forte.

Le vincenti delle semifinali si incontreranno poi domenica alle 17:30. Prima vivremo insieme anche la finale di Coppa Italia di A2 tra Ceramica Scarabeo Roma Caloni Agnelli Bergamo: un’altra supersfida tra i futuri campioni di Superlega. Insieme ai fenomeni in campo, ci saranno anche i pirla a bordocampo: non potevamo non essere presenti a questo evento. É più forte di noi: dove abbonda lo spettacolo del grande volley, deve regnare l’Ignoranza. E allora vi aspettiamo tutti nella cornice del PalaFlorio, appuntamento a domani.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.