Siamo a Misterbianco, comune di circa 50.000 abitanti praticamente incollato alla Città di Catania. Correva l’anno 2003, quando Natale Aiello fondò la società che ora prende il nome di Messaggerie Volley. Chissà, se il presidente della squadra Catanese, alla prima partita, della prima stagione, in Prima Divisione, sognava già, un giorno, di approdare in Serie A.

La festa dei tifosi per la conquista da parte del Volley Catania della serie A2

Ci sono voluti 14 anni, ma quel sogno adesso è diventato realtà, il 4 Giugno 2017, la Messagerie Volley è, meritatamente, in Serie A2. Una società che parte da lontano, proprio da quell’autunno del 2003, che è cresciuta però, e pure tanto, in maniera progressiva, senza mai fare il passo più lungo della gamba, sotto la guida di Natale, definito “l’anima della società“. Si parte, dicevamo, da lontano, dal campionato di Prima Divisione, si perché è stato un lunghissimo percorso quello affrontato dalla società Siciliana, sono state ben 5 le promozioni in 14 anni, l’ultima quella storica, la più importante (sino ad ora).

Foto di squadra e grande festa per la conquista da parte del Volley Catania della serie A2

Non sono mancati, come in ogni storia a lieto fine che si desideri, i momenti difficili, come quell’estate del 2015, quando il rischio di non iscriversi al campionato di B1 era diventato quasi una sicurezza. Poi fortunatamente, grazie al Presidente e tutta la società, arriva l’intervento dello sponsor Messaggerie di Aurelio Valenti, nome storico della pallavolo Catanese. Ci sono altri nomi, che hanno, fatto la storia della società, sono quelli di Claudio Martinengo (foto giornale), anno 1979, 198cm, tanto fisico, ma soprattutto tanta testa, tre promozioni di fila con la Messaggerie, dalla C all’A2, o del Capitano Adriano Balsamo e del suo vice Spampinato, che negli ultimi tre anni hanno traghettato la società dalla B2 all’A2, e tanti altri, che hanno contribuito negli anni precedenti a raggiungere questo obiettivo, un centimetro alla volta.

Volley Catania in serie A2, la testata di sicilia sport che celebra questa impresa!

I protagonisti di questa storia meravigliosa sono tutti Catanesi, sono un gruppo, o per meglio dire una famiglia, di atleti lavoratori e studenti, professionisti nella testa, perché è questo che conta. Sveglia alle 07:00, corsa in università e poi lezione. Pausa pranzo e subito in sala studio, perché c’è un esame importante da preparare. Poi si scappa a casa a preparare il borsone, perché la sera “c’è allenamento“, e non si può mancare. E sempre a quell’ora all’incirca c’è chi mette in moto l’azienda del suocero, chi apre  l’agenzia di poste private, chi comincia la sua giornata di analista finanziario o chi  mette in ordine il magazzino di ricambi per auto. Quattro allenamenti a settimana, con un carico intenso di giornata che rende ancor più straordinaria questa promozione. Una città che non ha mai perso la vocazione per questo sport  e dopo nove anni, torna e grida ” ci siAmo“. Questo senso di appartenenza alla città, alla maglia, ai tifosi, da un valore aggiunto all’impresa.

L'inizio della partita che segnerà la risalita del Volley Catania in A2

Il finale di QUESTA storia, perché ci auguriamo che a breve ne cominci un’altra ancor più entusiasmante, è stato scritto pochi giorni fa a Taviano, Puglia. I Catanesi arrivarono a quell’incontro forti del vantaggio di 1-0 nelle gare dopo una Gara 1 spettacolare sul campo e infuocata sugli spalti, 2.500 al PalaSpedini e altre 1.000 fuori in piazza, una vera e propria apoteosi. Gara 2 è un miracolo sportivo, dopo 3 ore di gioco, al tie-break, arriva l’ultimo punto siglato dall’uomo delle promozioni, Claudio Martinengo, è suo il muro che vale la promozione. Catania è di nuovo in A, riparte dall’A-2, pronta a riscrivere la storia. Si riparte dal tecnico, Rigano, dalla compattezza e della voglia di fare della società e della squadra, con qualche inserimento di giocatori esperti per iniziare questo percorso come si deve, per poi cercare di arrivare a quell’ambito traguardo nel giro di qualche anno, chiamato SuperLegaIl sogno si è trasformato improvvisamente in realtà.

18838861_1134759129962724_985572693286231082_n

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.