I 7 Tipi di pallavolista in quarantena. Vediamo come i tipi 7 di pallavolista hanno affrontato la quarantena! Come ben sappiamo, da ben una settimana ci ritroviamo in libertà vigilata e non ci stiamo a capì molto: chi è ancora rimasto fedele alla fase uno, chi si è già buttato a bomba nella fase due e poi chi è sfasato di suo, un po’ perché lo era di natura e un po’ perché la situazione proprio non aiuta . Ma questa quarantena non ci ha battuto  a noi pallavolisti (o magari si…) . Vediamoli insieme:

IL TRAINER

Metà tra allenatore improvvisato e metà tra il complessato mentale. Si sostituisce al mister legalmente in carica, costringendo i compagni a seguire le sue inutili dirette Instagram e i suoi superflui carichi di lavoro. D’altronde la stagione può sempre ripartire: il campionato di beach tra i lidi di Ladispoli non si vince da solo…

il campionato di beach tra i lidi di Ladispoli non si vince da solo…
Torneo dei lidi di Ladispoli, qualche anno e un po’ fa

IL DIVANISTA

L’opposto del precedente, e, in questo delicato momento di particolare necessità di solidarietà nazionale, fa una cosa fondamentale: non rompe le palle e se ne sta buono ad oziare. Discreto giocatore prima della quarantena, ora ha solo perso ogni stimolo, giustificabile. Prossimo testimonial in Poltronesofà.

IL NOSTALGICO

Potrebbe investire il tempo in modi ben più fruttuosi, invece questo pallavolista si fa assalire dalla malinconia e ripensa a quella trasferta a Lanciano per la gara dei play out di serie D, che nonostante la vittoria all’andata, la sconfitta del ritorno ha segnato irrimediabilmente la retrocessione. E quindi giù a ricercare foto di epoca, cimeli originali e oggetti vissuti, testimoni di stagioni che non terneranno mai più. In genere, dall’alto della sua esperienza e della sua misera carriera sportiva ormai agli sgoccioli, se ne esce con un: oh fra’, ritorneremo a essere quelli di una volta.

foto di epoca, cimeli originali e oggetti vissuti, testimoni di stagioni che non terneranno mai più.
Giani ai tempi della Maxicono Parma, altri tempi, nostalgia

IL COMPLOTTISTA

Questo tipo di pallavolista parte dalla congettura che tutto il mondo sia contro di lui. Ma qui ragazzi c’è sotto un piano molto, molto più grande: il Covid-19 è un piano meschino di chissà quale organizzazione per relegare la pallavolo tra gli sport più pericoli, e dunque impraticabili.  “È palese che qualcosa non torni, e così inizi a capire…” Cit.

"È palese che qualcosa non torni, e così inizi a capire…" Cit.
Coincidenze? Io non credo




IL RASSEGNATO

Tipo il complottista, ma più razionale: nessun complotto, è proprio un lampante segno delle divinità celesti che da tempo gli stavano a dire: “smettila con la pallavolo, non fa per te”. E invece no, lui ardito e temerario ad allenarsi e a sbagliare battute, quest’anno addirittura si era accesa una speranza di partire titolare per questa fase finale della stagione. Si poteva risparmiare una pandemia mondiale per fermarlo.

L’ASSENTEISTA

Esatto parliamo proprio di lui. Quello che si vedeva già poco agli allenamenti in tempi normali, precursore del distanziamento sociale. Figuriamoci se si è fatto sentire: quale migliore scusa un virus pandemico. La quarantena ha giovato solo a lui!

La quarantena ha giovato solo a lui!
…e non si vide più

I CONVERTITI

Parliamoci chiaro: questa quarantena ci ha fatto riscoprire passioni che erano rimaste per lo più latenti, non solo per i pallavolisti. In molti si sono ritrovati ad essere – elencando quelli più manifesti – : cuochi compulsivi, artisti improvvisati e gli immancabili evergreen, i tuttologi. Roba che Italian’s Got Talent, Masterchef e Amici di Maria di Filippi saranno a posto per le prossime 10 stagioni. Impara l’arte e mettila da parte, ma non farcelo sapere ogni 3 per 2 sui social.

Cuochi compulsivi, artisti improvvisati e gli immancabili evergreen, i tuttologi
Classica pallavolista intenta a dare lezioni di fitness, dopo abbondante merenda a base di merendine e nutella

alzalignoranza blengini Chirichella coppa italia egonu femminile final 6 finale firenze giannelli giappone ignoranza imoco volley conegliano intervista italia juantorena la doppia libero lube mazzanti modena modena volley mondiale mondiale per club nazionale pallavolistibrutti pallavolisti brutti pallavolo perugia sapporo savino del bene scandicci serbia serieA sir safety perugia storie superlega torino trentino volley Trento verona volley volleyball week end weekend zaytsev

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.